Un esercito di 600 giovani

Un esercito di 600 giovani

L'iniziativa che fino a pochi anni fa era un evento straordinario, ormai è diventata un appuntamento fisso per i giovani di Moroto e delle parrocchie circostanti. Grazie all'organizzazione del nostro assistente spirituale don Sandro De Angeli, il pellegrinaggio alla Madonna del Pelingo a Lorengedwat, riesce sempre a coinvolgere più di 600 ragazzi, provenienti anche da parrocchie distanti 80 km. Vedere un esercito di giovani camminare per 30 km che cantano e ballano tutto il tempo, è uno spettacolo!

Lasciamoci coinvolgere dalle parole di don Sandro per rivivere questa giornata!

Lo scorso anno, in occasione della Giornata Mondiale dei giovani, avevamo deciso che si partisse, per il percorso a piedi, da tre punti diversi per poi incontrarsi tutti insieme per celebrare la Messa, accanto all'immagine della Madonna a Lorengedwat. La grande difficoltà è sempre quella di trovare i camion per trasportare i giovani dalle loro parrocchie ai luoghi della partenza a piedi e poi riaccompagnarli indietro alla fine del pellegrinaggio. C'è da tenere conto che una parrocchia è a più di 100 Km ed altre ad almeno 80 Km.
Io ero con il gruppo che partiva da Moroto; erano circa 300 e durante tutto il percorso si è sempre pregato cantato e riflettuto. Come traccia per la riflessione avevo scelto la lettera apostolica di San Giovanni Paolo II sul Rosario. E' stata una esperienza veramente bella con una partecipazione, da parte dei giovani, veramente entusiasta. Non avevano portato con loro panini, barre di cioccolato, bibite varie, ma tanta voglia di stare insieme, di pregare e di partecipare alla Messa conclusiva accanto alla immagine della Madonna.
Una volta arrivati a Lorengedwat, alla ore 12,30 è iniziata la Messa che è durata fino alle 14,30. Non è stata tanto lunga, dato che si trattava di una Messa africana!
Erano presenti almeno 650 giovani… veramente un gran bel vedere e partecipare. Un grande segno di speranza per il futuro di questa chiesa africana!Solo se ci fosse un po' più di facilità nel trasporto non riesco ad immaginare quanti parteciperebbero.Poi il tutto si è concluso con un bel piatto di polenta e fagioli per tutti. 
Anche questo è stato un altro grande momento di gioia. La maggior parte di loro non so da quanto tempo non mangiava un così bel piatto di cibo; certamente erano arrivati senza la colazione del mattino e... la cena del giorno precedente. Come è diverso il mondo! Ma per tutti c'è la certezza di una madre, Maria che ci conduce a Gesù.

Don Sandro De Angeli