Navigando il sito africamission.org, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.
OK
Africa Mission - Cooperazione e sviluppo
 
Bilancio Sociale | Contatti | Links  
   Facebbok | Africamission Twitter | Africamission
 
   
     
Dona Adesso  

diventa-volontario

 

5xMille


Dispensario di Tapac, Health Centre III

- Scheda Progetto -

N. Progetto: 007/P.

Località: Tapac, Karamoja.

Durata: Pluriennale 2008–2012. Rinnovato 2013-2017.

Finanziamento: Autofinanziato.

Obiettivo: Fornire assistenza sanitaria di base alla popolazione residente.

Risultati 2015
Il finanziamento degli stipendi agli inservienti e infermieri non coperti dal governo locale.

Risultati dispensario
103 parti effettuati in reparto, contro i 70 dell’anno precedente
1.566 bambini al di sotto dei 5 anni visitati
2.405 bambini al di sopra dei 5 anni visitati
1.201 ricoveri
220 vaccinazioni contro il morbillo (211 nell’anno precedente)
235 vaccini contro la difterite-pertosse-tetano
545 test HIV/AIDS
Di fronte ad una drastica diminuzione della popolazione che fa riferimento al dispensario di Tapac (da 7.677 persone nell’anno finanziario precedente a 3.686 persone), si registra un trend positivo in tutti i settori di intervento. Il numero dei parti in reparto ha visto un aumento del 55,9%, rispetto al 19% registrato nel 2014così come nella percentuale di vaccinazioni contro difterite-pertosse-tetano che registra una copertura del 149% contro l’83% dell’anno passato. Un forte aumento si è riscontrato anche nel numero di ricoveri che sono 1.201 nel 2015 contro gli 862 del 2014. Il dispensario di Tapac è infatti l’unico nella diocesi ad avere registrato un aumento considerabile del tasso di accessibilità ai servizi, passando da 8.618 a 11.126 persone nel 2015.
Si è registrato un incremento della qualità nel servizio di assistenza sanitaria e del grado di accessibilità da parte della comunità locale. Si lamenta però una carenza di efficienza del personale.
Si auspica di proseguire nell’educazione sanitaria a livello comunitario attraverso incontri di sensibilizzazione, anche se per ora le partecipazioni reali sono molto basse rispetto agli obiettivi. Va inoltre migliorato il servizio di cura fornito ai pazienti.
Il dispensario di Tapac rappresenta l’unica struttura sanitaria, e in particolare per la salute materna e infantile, per la popolazione locale nel raggio di 30 chilometri dall’ospedale più vicino a Moroto (difficilmente raggiungibile nella stagione delle piogge e, in caso di emergenze, di notevole insicurezza la notte).






Cronistoria:

C&S ha garantito negli anni la costruzione di una nuova struttura, la manutenzione degli immobili e il pagamento degli stipendi degli operatori del dispensario non coperti dal governo.
Anno 2014
Risultati
• 70 parti effettuati in reparto,contro i 47 dell’anno precedente
• 1.163 bambini al di sotto dei 5 anni visitati
• 2.001 bambini al di sopra dei 5 anni visitati
• 862 ricoveri
• 211 vaccinazioni contro il morbillo (295 nell’anno precedente)
• 178 vaccini contro la difterite-pertosse-tetano
• 227 test HIV/AIDS
• 2.748 immunizzazioni, contro le 4.582 dell’anno precedente.
Si riscontra un notevole aumento del numero di ricoverati (da 435 nell’anno finanziario precedente a 862). Si auspica di proseguire nell’educazione sanitaria a livello comunitario attraverso incontri di sensibilizzazione, anche se per ora le partecipazioni reali sono molto basse rispetto agli obiettivi. Va inoltre migliorata l’acquisizione di dati nei registri.
Il dispensario di Tapac rappresenta l’unica struttura sanitaria, e in particolare volta alla salute materna e infantile, per la popolazione locale nel raggio di 30 chilometri dall’ospedale più vicino a Moroto (difficilmente raggiungibile nella stagione delle piogge e, in caso di emergenze, di notevole insicurezza la notte). Di questo dispensario, i pazienti hanno apprezzato la biancheria pulita, la disponibilità e la qualità delle medicine, la gentilezza del personale e un ambiente pulito, mentre si lamenta l’assenza di zanzariere nelle stanze.
Beneficiari diretti 4.712 persone.

Anno 2013
Risultati
Il finanziamento degli stipendi agli inservienti e infermieri non coperti dal governo locale.
Risultati dispensario
• 47 parti effettuati in reparto
• 1.564 bambini al di sotto dei 5 anni visitati
• 2.203 bambini al di sopra dei 5 anni visitati
• 435 ricoveri
• 295 vaccinazioni contro il morbillo
• 260 vaccini contro la difterite-pertosse-tetano
• 326 vaccini contro la tubercolosi
• 5.290 test HIV/AIDS
Si riscontra un notevole aumento dei numero dei ricoverati (da 158 nell’anno finanziario precedente a 435). Si auspica di proseguire nell’educazione sanitaria a livello comunitario attraverso incontri di sensibilizzazione.
Il dispensario di Tapac rappresenta l’unica struttura sanitaria, e in particolare volta alla salute materna e infantile, per la popolazione locale nel raggio di 30 chilometri dall’ospedale più vicino a Moroto (difficilmente raggiungibile nella stagione delle piogge e, in caso di emergenze, di notevole insicurezza la notte).
Beneficiari diretti 7.251 persone.

Anno 2012
Risultati
Il finanziamento degli stipendi agli inservienti e infermieri non coperti dal governo locale.
Risultati del dispensario
• Nuovi casi di pazienti sottoposti a cure ambulatoriali: 6.542
• 5.089 vaccinazioni
• 158 ricoveri
• 428 vaccinazioni contro il morbillo
• 54 parti all’interno dell’ambulatorio
• E’ importante sottolineare come le visite domiciliari all’interno del villaggio da parte del personale del dispensario siano aumentate significatamene, passando da 4 nel 2008 quando l’attività è iniziata a 54 servizi nel 2012, prestati nel villaggio di Tapac ai pazienti più bisognosi e impossibilitati a recarsi personalmente al dispensario.
Emerge dai dati un crescente miglioramento dei servizi offerti e un ampliamento del bacino d’utenza raggiunto. Il dispensario di Tapac sia l’unica struttura sanitaria, e in particolare volta alla salute materna e infantile, per la popolazione locale nel raggio di 30 chilometri, distanza percorribile all’ospedale più vicino a Moroto, in media durata, nel caso di gravi emergenze ma tutt’altro che semplice nella stagione delle piogge e di notevole insicurezza la notte.
Beneficiari diretti 6.542 pari ai nuovi pazienti sottoposti a cure ambulatoriali (bacino d’utenza 6.471 persone).

Anno 2011
Risultati
Finanziamento degli stipendi agli inservienti e infermieri non coperti dal governo locale.
Risultati del dispensario
Su un bacino d’utenza di 6.471 persone sono stati trattati 3.944 nuovi casi di cui 1.878 bambini e 2.066 adulti con un rapporto di nuove visite rispetto alla popolazione totale di 0,6%.
Nel corso dell’anno sono stati vaccinati 524 persone e la percentuale dei bambini al di sotto di un anno sul territorio che hanno ricevuto le vaccinazioni è del 188%.
480 donne si sono sottoposte ad una prima visita prenatale, mentre il numero è sceso a 210 per le donne che si sono sottoposte alla quarta visita.
Il numero dei parti è 40, pari ad una percentuale del 12% dei parti totali avvenuti nello stesso periodo.
Il numero di ricoveri è stato pari a 88; si sono effettuati 1.325 test per HIV/AIDS – di cui 44 sono risultati positivi.
Non si sono riscontrati casi di TB e non si sono riscontrati casi di decesso per malaria su bambini al di sotto dei 5 anni.
Beneficiari diretti 3.944 pazienti - bacino d’utenza 6.471 (*)
(*) rispetto al 2011, il bacino d’utenza si è ridotto di due terzi grazie alla costituzione sul territorio di due nuovi dispensari.

Anno 2010
Risultati
Su un bacino d’utenza di 20.526 persone sono stati visitati 7.154 nuovi casi di cui 3.693 bambini e 3.461 adulti con un rapporto di nuove visite rispetto alla popolazione totale di 0,3.
Nel corso dell’anno sono stati trattati 10.377 casi di cui 5.364 erano bambini e 5.013 adulti; sono stati vaccinati 539 adulti e la percentuale dei bambini al di sotto di un anno sul territorio che hanno ricevuto le vaccinazioni sono del 61%.
473 donne si sono sottoposte ad una prima visita prenatale, mentre il numero è sceso a 219 per le donne che si sono sottoposte alla quarta visita.
Il numero dei parti è 40, pari ad una percentuale del 4% dei parti attesi nello stesso periodo.
Il numero di ricoveri è stato pari a 101; si sono effettuati 1.015 test per HIV/AIDS – di cui 464 donne incinte -, 2 donne incinte sono risultate positive oltre ad altri 7 casi.
Non si sono riscontrati casi di TB; sono state distribuite 473 zanzariere e non si sono riscontrati casi di decesso per malaria su bambini al di sotto dei 5 anni.
Beneficiari diretti: 10.377 pazienti - bacino d’utenza 20.526

Anno 2009
Risultati:
• 2.083 bambini e 1.666 adulti sottoposti a cure ambulatoriali
• servizi prenatali per 448 utenti
• 2 parti effettuati in reparto
• 6 ricoveri
• distribuite 500 zanzariere trattate
• 217 vaccinazioni antitubercolosi
Note: Durante il 2008 è iniziata la costruzione delle case per le infermiere con finanziamento NUSAF
Beneficiari diretti: 4.794 pazienti - bacino d’utenza oltre 28.000 persone

Anno 2008
Risultati:
• 2.083 bambini e 1.666 adulti sottoposti a cure ambulatoriali
• servizi prenatali per 448 utenti
• 2 parti effettuati in reparto
• 6 ricoveri
• distribuite 500 zanzariere trattate
• 217 vaccinazioni antitubercolosi
Note Durante il 2008 è iniziata la costruzione delle case per le infermiere con finanziamento NUSAF
Beneficiari diretti 4.794 pazienti - bacino d’utenza oltre 28.000 persone

Anno 2007
Risultati:
• 5.068 pazienti sottoposti a cure ambulatoriali
• servizi prenatali per 688 utenti
• 6 parti effettuati in reparto
• 306 pianificazioni familiari naturale
Vaccinazioni
• 282 vaccinazioni antitubercolosi
• 1.472 vaccinazioni orali antipolio
• 1.181 vaccinazioni DPT/pentavalente
• 208 vaccinazioni morbillo
• 995 vaccinazioni tetano tossoide
Beneficiari diretti: bacino d’utenza oltre 28.000 persone, beneficiari diretti 11.000 persone.

Anno 2006
Personale Impiegato: 2 infermiere, 1 assistenti, 1 portiere, 1 addetto alla reception.
Risultati: In media affluiscono 10-20 durante la stagione secca, 30-40 durante la stagione delle piogge (causa aumento casi di malaria).
Vaccinazioni effettuate: antitubercolosi 217, antidifterite-tetano-pertosse 877, antipoliomelite 1.092, morbillo 188, lebbra 744.
Visite prenatali a 146 donne, 3.142 persone visitate fuori reparto. Media pazienti giornalieri visitati 13.
Beneficiari diretti: 14.349 persone.

Anno 2005
Risultati: In media affluiscono 10-20 durante la stagione secca, 30-50 durante la stagione delle piogge (causa aumento casi di malaria). Si registra una media di 8.100 pazienti l’anno. Mensilmente 20-30 donne vengono visitate. Tutti i martedì vengono effettuate le vaccinazioni ai bambini – settimanalmente sono 40 i bambini vaccinati.
Programma di vaccinazione nei villaggi.
Beneficiari diretti: 13.000 persone.

Anno 2004
Risultati: In media affluiscono 10-20 durante la stagione secca, 30-50 durante la stagione delle piogge (causa aumento casi di malaria). Si registra una media di 8.100 pazienti l’anno. Mensilmente 20-30 donne vengono visitate. Tutti i martedì vengono effettuate le vaccinazioni ai bambini – settimanalmente sono 40 i bambini vaccinati.
Programma di vaccinazione nei villaggi.
La copertura delle vaccinazioni per giovani donne, donne in gravidanza e bambini è del 90% per quanto riguarda la TBC, 70% per la difterite-tetano-pertosse, 30% per il tetano per le donne in gravidanza, 50% per il tetano per le giovani donne e 75% morbillo. Contro il tetano vaccinate 9.632 persone.
Beneficiari diretti: 12.700 persone

Anno 2003
Risultati: In media affluiscono 10-20 durante la stagione secca, 30-50 durante la stagione delle piogge (causa aumento casi di malaria). Mensilmente 20-30 donne vengono visitate.
Programma di vaccinazione nei villaggi.
Beneficiari diretti: 8.100 persone.

Anno 2002
Risultati: In media affluiscono 10-20 durante la stagione secca, 30-50 durante la stagione delle piogge (causa aumento casi di malaria). Mensilmente 20-30 donne vengono visitate.
Programma di vaccinazione nei villaggi.
Beneficiari diretti: 8.100 persone.
 
 

 

 

 

 

 

 
 
     Settore Sanità
 
     Contesto settoriale
 
     Archivio progetti
 
     Galleria fotografica
 
 
 
 
 
 
 
 
Cooperazione e Sviluppo Ong-Onlus | Via Cesare Martelli, 6 - 29122 Piacenza (sito web realizzato "pro bono" da Blacklemon Srl)