Navigando il sito africamission.org, accetti il modo in cui usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza.
OK
Africa Mission - Cooperazione e sviluppo
 
Bilancio Sociale | Contatti | Links  
   Facebbok | Africamission Twitter | Africamission
 
   
     
Dona Adesso  

diventa-volontario

 

5xMille


TRAINING PER IL TEAM DI CHILD PROTECTION: L‘ESPERIENZA DI CAMILLA
 
06/06/2017 - Prestare servizio in Uganda non significa solo lavorare e mettersi alla prova, ma anche formarsi e approfondire temi di spessore e importanza, sia per il Karamoja che per se stessi. È questo il caso di Camilla, volontaria da più di 6 mesi in servizio civile: per lei 3 giorni di training con il proprio team di Child Protection, per discutere in gruppo e imparare qualcosa di più su argomenti centrali nel proprio operato quotidiano.

Dal 23 maggio al 26 maggio è stato organizzato un training per lo staff di Child Protection di cui faccio parte. Era un’attività prevista all’interno del progetto e che bisognava organizzare prima del 31 maggio, data di chiusura delle attività. A inizio maggio Pierangela Cantini, la mia olp in Uganda, mi ha affidato il compito di organizzarlo e di occuparmi di contattare i facilitatori. Ne abbiamo scelti 3: Lolem Margie (gender officer di Moroto), Sister Noellina (Sorella del Sacro Cuore a Kangole) e Sister Fernanda (che si occupa del Women’s Desk della Caritas).
I temi scelti sono stati: Child Protection, policies e leggi su questo tema; genitorialità positiva e disciplina positiva; diritti delle donne.

I primi due giorni è venuta la Gender Officer di Moroto che ci ha fatto un ripasso sui temi di Child Protection e sulle leggi e policy, sia a livello internazionale che a livello locale per l’Uganda. La prima giornata è iniziata con le presentazioni generali e con una preghiera. Poi, spiegati gli argomenti da affrontare durante la giornata, la sessione è iniziata. Si è lavorato sia al mattino che al pomeriggio.
Il secondo giorno si è iniziato con un po’ di ritardo ma tutti hanno presentato alcune delle leggi più importanti ed è stata una sessione molto interattiva.
La terza giornata è stata tenuta da Sister Noellina. Ci ha parlato di genitorialità e disciplina positiva; questo ha permesso allo staff di riflettere sul loro comportamento, su come loro si comportano a casa con i propri figli e poi di capire come trasferire queste conoscenze e questi atteggiamenti positivi anche nelle comunità e nelle relazioni con i beneficiari.
L’ultima mattinata ha visto la presenza di Suor Fernanda e Celestina della Caritas. Hanno discusso sul tema dei diritti delle donne, organizzando attività di gruppo e discussioni.

È stato veramente interessante perché tutto questo ha permesso ai presenti di ragionare sulla reale situazione del Karamoja.


 
 

 

 

 

 

 

 
 
Acqua in Karamoja

Ogni pozzo d’acqua è una speranza di vita per 1.000 persone. Dai il tuo nome a un pozzo...

Scopri come fare >
 
Una scodella di latte per la vita

Ogni pozzo d’acqua è una speranza di vita per 1.000 persone. Da

Scopri come fare >
 
 
 
 
 
 
 
 
Cooperazione e Sviluppo Ong-Onlus | Via Cesare Martelli, 6 - 29122 Piacenza (sito web realizzato "pro bono" da Blacklemon Srl)